La definizione e l’attuazione definizione del Piano di rilancio e riqualificazione nell’area di crisi industriale complessa dei territori del Piceno e della Val Vibrata, è  stata affidata dal MISE ad un Gruppo di coordinamento e di controllo che è cosi composto:

  • un rappresentante del Ministero dello Sviluppo Economico
    DGPICPMI con funzioni di Presidente;
  • un rappresentante del Ministero dello Sviluppo Economico –
    DGIAI;
  • un rappresentante del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali;
  • un rappresentante del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare;
  • un rappresentante del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;
  • un rappresentante della Regione Marche;
  • un rappresentante della Regione Abruzzo;
  • un rappresentante della Provincia di Ascoli Piceno;
  • un rappresentante della Provincia di Teramo.

 

Per la Provincia di Teramo,  la rappresentanza istituzionale è affidata al presidente Renzo Di Sabatino, quella tecnica a Christian Corsi; docente di Comunicazione d’Impresa, dell’insegnamento di Economia e gestione delle imprese e dell’insegnamento di Project Management, alla facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Teramo. Il professor Corsi, insieme a Salvatore Florimbi della Camera di Commercio, ha fatto parte del gruppo ristretto di lavoro che dall’estate scorsa ha lavorato alla richiesta di riconoscimento dell’area di crisi.

Il soggetto tecnico attuare degli interventi del Governo a favore degli imprenditori è INVITALIA.

Invitalia, su incarico del Ministero dello Sviluppo Economico, interviene infatti nelle zone in difficoltà economica.
Con un’azione congiunta tra Amministrazioni centrali e Regioni, gli obiettivi sono:

  • ripresa delle attività industriali
  • salvaguardia dei livelli occupazionali
  • sostegno dei programmi di sviluppo
  • attrazione di nuovi investimenti
  • riqualificazione e recupero ambientale

Le aree di crisi industriale complessa che sta gestendo:

Per le aree di crisi di Gela, Taranto, Venafro-Campochiaro-Bojano, Val Vibrata-Valle del Tronto Piceno è stato avviato l’iter per attivare gli interventi.