Area di crisi complessa Val Vibrata: il 9 maggio al Mise si approva il Piano di riconversione industriale.

Ieri pomeriggio con le parti sociali a L’Aquila dal vicepresidente Lolli: una cabina di regia locale per un migliore raccordo nella fase attuativa del programma. Teramo 6 maggio 2017. Il Mise ha convocato il tavolo nazionale di coordinamento per approvare il Piano di...
Read More

Area di crisi complessa Vibrata-Tronto: sindacati e associazioni di categoria preoccupati sui tempi

Nell’incontro con il Presidente si è parlato anche di sisma e ricostruzione Teramo 28 aprile 2017 Un incontro con la Regione e la richiesta di essere coinvolti nel processo di elaborazione del Piano di riconversione industriale in quanto “terminali territoriali del...
Read More

Uno sportello per le imprese che vogliono investire nelle aree di crisi o partecipare ai bandi FESR

Teramo 1 aprile 2017. Uno sportello “a richiesta” per le imprese che vogliono investire nelle aree di crisi o che vogliono approfondire gli aspetti legati ai bandi FESR (Fondo europeo sviluppo regionale) in collaborazione con esperti dell’Università di Teramo e della...
Read More

Area di crisi Vibrata, stamattina illustrate modalità e obiettivi. Di Sabatino: “Area di crisi deve diventare area di cambiamento, ci vuole un patto di comunità”

Primo “avviso” per tastare il polso degli imprenditori e capire di quali finanziamenti e di quali strumenti agevolativi c’è bisogno per far rilanciare l’area Vibrata-Tronto dopo il riconoscimento dello stato di crisi da parte del Governo. Questa mattina centinaia di...

Imprese e rappresentatività. Il presidente Renzo Di Sabatino invita gli imprenditori a entrare nelle associazioni e a partecipare: “In caso contrario rischiamo di scontare una debolezza nei nuovi assetti territoriali”

La delicata partita dell’area di crisi complessa in Vibrata, la necessità di intercettare i segnali di ripresa e di sostenere le aziende che tornano a investire, i processi di innovazione che stanno caratterizzando alcuni settori produttivi del teramano. C’è bisogno...

Villa Corallo: parlano le imprese

Non chiedono “grandi opere” ma ricerca e innovazione, formazione qualificata, servizi digitali, sinergie  e poli di aggregazione imprenditoriale. Chiedono servizi primari come fogne marciapiedi smaltimento rifiuti: chiedono di non impazzire con la burocrazia e tempi...